Passiamo 20 Anni della nostra Vita dormendo,
di cui cinque sognando...

BIBLIOGRAFIA

il termine "Sogno Lucido" venne utilizzato per la prima volta dallo psichiatra olandese Frederick van Eedn in uno studio del 1898, in cui descrive la propria capacità di rendersi cosciente dei suoi stessi sogni. In letteratura troviamo la mitica opera del Marchese Hervey de Saint-Denys che, nel 1867, pubblicò "I sogni e il modo di dirigerli", forse il primo manuale moderno. 

Il fenomeno esiste in letteratura da migliaia d'anni. Già Ippocrate, Aristotele e Galeno conoscevano questo tipo di sogni e li spiegavano dicendo che il sogno è come se amplificasse le sensazioni. Compreso in quasi tutte le antiche culture, come quelle animiste degli aborigeni australiani, ai nativi d'America, allo sciamanesimo di varie derivazioni fino alle mistiche superiori della tradizione vedica ed induista.
Consigliati i libri di Carlos Castaneda, che si rifà alla tradizione sciamanica totelca.

Esperimenti scientifici hanno comprovato l'esistenza di questo tipo di sogni. Il Dott. Stephen LaBerge ha portato avanti diverse ricerche presso il Lucidity Institute, usando un macchinario speciale che riceve informazione dal movimento degli occhi durante il sonno (come succede nella fase REM). Si chiedeva a sognatori lucidi che, mentre stessero sognando, mandassero loro dei segnali coscienti attraverso una rapida successione dei loro occhi, a destra e a sinistra, e questo movimento fu registrato dalla macchina.

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now